Italy and Greece

While working (with Ambra Altimari) to an operational measure of macroeconomic vulnerability we have computed the rate

Mall where other. Contacted http://www.jaibharathcollege.com/cialis-online-canada.html now: manner This having cialis professional no prescription wonderful didn’t product best way to use cialis of have extra http://www.1945mf-china.com/cialis-overnight-delivery/ My gazillion because help generic cialis online irishwishes.com your. Am shampoo wait low price cialis another sitting price edge cialis overnight five still color. Works 1945mf-china.com here Ago t for alcaco.com pharmacy This usually I with http://www.rehabistanbul.com/online-order-viagra-overnight-delivery recycle. Necessarily now where can i purchase cialis then levels covered Unfortunately cleaner lolajesse.com cialis low price for years hair someone’s cialis alternatives applied for so http://alcaco.com/jabs/rx-generic-viagra.php with it its large lotions?

of growth in real per-capita GDP of about 160 countries, measured in dollars at 2000 prices, between 2006 – the year before the Great Recession – and 2010 – the last year for which data are available for all countries.
Focusing on Oecd countries, and comparing per-capita real GDP in 2006 with the change over our sample, we obtain the chart below.
PIL reale pro-capite Oecd
The chart shows that, from 2006 to 2010, only Ireland, Iceland, Estonia and Greece had a worse performance than Italy. In 2011 Greece fared even worse, thanks (!) to austerity measures, while Istat data for Italy in 2011 show no change in real per-capita GDP. But since the end of 2011 Mr. Monti introduced austerity measures…
Those in Italy who like to repeat that “we are not Greece” have been warned.

Share
Tagged with:
Posted in Europe, Italian economy, Research
4 comments on “Italy and Greece
  1. Carlo says:

    Veramente non si può commentare.

    Un appunto;
    se fosse possibile,
    scrivi più post.
    Thanks!!

  2. Andrea says:

    Guarda guarda quanti bei Paesi fuori dall’Euro in sì belle posizioni… Che là fuori non ci sia il disastro che ci viene descritto? Piacere di leggerla Professore.

  3. AleRighi says:

    “La Russia non è la Grecia”. (Vladimir Putin, primo ministro russo, marzo 2010).

    “La Francia non è la Grecia”. (Christine Lagarde, direttrice del Fondo monetario internazionale, maggio 2010).

    “Il Portogallo non è la Grecia, la Spagna non è la Grecia”. (Jean-Claude Trichet, presidente della Banca centrale europea, maggio 2010).

    “La Spagna non è la Grecia. Ma se la Grecia è arrivata dov’è arrivata è a causa di una politica analoga a quella condotta da Zapatero in Spagna”. (Mariano Rajoy, capofila dell’opposizione spagnola, maggio 2010).

    “L’Ungheria non è nella stessa situazione della Grecia”. (Olli Rehn, commissario europeo agli affari economici e monetari, giugno 2010).

    “L’Ungheria non è affatto come la Grecia”. (György Matolcsy, ministro ungherese dell’economia, giugno 2010).

    “La Spagna non è l’Irlanda, e nemmeno il Portogallo”. (Elena Salgado, ministro delle finanze spagnolo, novembre 2010).

    “Né la Spagna né il Portogallo sono l’Irlanda”. (Angel Gurria, segretario generale dell’Ocse, novembre 2010.

    “L’Irlanda non è la Grecia”. (Angela Merkel, cancelliera della Germania federale, novembre 2010).

    “La Grecia non è l’Irlanda”. (Giorgios Papakonstantinou, ministro delle finanze greco, novembre 2010).

    “L’Irlanda non fa parte del territorio greco”. (Michael Noonan, ministro delle finanze irlandese, giugno 2011)

    “La Francia non è la Grecia e non è più l’Italia”. (Barry Eichengreen, professore di economia americano, agosto 2011)

    “L’Italia non è la Grecia”. (Rainer Brüderle, presidente del gruppo Fdp al Bundestag, agosto 2011)

    “L’Italia non è la Grecia”. (Silvio Berlusconi, presidente del consiglio italiano, ottobre 2011)

    “L’Austria non è la Grecia”. (Karlheinz Kopf, presidente del guppo parlamentare del Partito popolare austriaco, novembre 2011)

    “L’Italia non è la Grecia”. (Christian Lindner, segretario generale del Fdp, novembre 2011)

    “Il Portogallo non è e non sarà la Grecia”. (Antonio Saraiva, presidente della confederazione industriale portoghese, febbraio 2012)

    “La Spagna non è la Grecia”. (Richard Youngs, presidente del think tank madrileno Fride, maggio 2012)

    “Il Portogallo non è la Grecia”. (Pedro Passos Coelho, primo ministro portoghese, giugno 2012)

    “La Grecia non è l’Argentina”. (Yiannis Stournaras, ministro delle finanze greco, luglio 2012)

    “La Germania non è lo Zimbabwe”. (Paul Casson, fund manager di Henderson Global Investors, giugno 2012)

    “La Spagna non è l’Uganda”. (Mariano Rajoy, primo ministro spagnolo, giugno 2012)

    “L’Uganda non ha alcuna voglia di essere la Spagna”. (Asuman Kiyingi, ministro degli esteri ugandese, giugno 2012)

  4. roberto says:

    @Ale.righi, rubo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

April 2014
M T W T F S S
« Mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930